lunedì 16 febbraio 2015

Pupa Palette Pupart Matt - review

Bentrovate sul Gingilloblog!
In questo post vorrei parlarvi della palette Pupart nelle colorazioni neutre con finish matt. Tutta la serie di palette Pupart secondo me non risalta per qualità, bensì per versatilità e scelta di colori. In questo caso la scelta è limitata a delle colorazioni molto versatili ma anche poco fantasiose, non è un prodotto adatto a chi ama i colori shimmer e accesi.
Tuttavia non la consiglierei neanche a chi al contrario ama i colori opachi e neutri per un semplice motivo: i colori chiari sono molto poco pigmentati, i colori più scuri sono molto farinosi. In questa frase potrebbe riassumersi tutta la review. Tuttavia, benché possa sembrare assurdo vista la mia opinione negativa sulla palette, si è rivelata essere uno dei prodotti che uso di più in assoluto (anche perché ormai l'ho presa, e io odio lasciare inutilizzati i prodotti che compro e anzi sono felice quando riesco a riutilizzare qualcosa che non mi è piaciuto). Questo perché contenendo numerosi colori neutri e opachi poco intensi è perfetta per:
- intensificare o sfumare la piega dell'occhio con facilità;
- intensificare l'attaccatura delle ciglia;
- sfumare e fissare le matite;
- riempire le sopracciglia;
- definire i volumi del viso (contouring leggero).
 
In poche parole è un prodotto che sconsiglio di prendere se volete una palette di ombretti opachi per farci un vero e proprio make up, ma che consiglio in quanto estremamente versatile e utile per fare tutte quelle piccole cose per le quali servono necessariamente dei prodotti matt. Spesso e volentieri nelle nostre palette mancano quei colori opachi che danno quel tocco di "sofisticato" in più e siamo costrette ad andarli a cercare altrove. Il fatto trovare un range di colori neutri all'interno di un'unica palettina aiuta a non dover perdere tempo a cercare la tonalità giusta in prodotti mono, anche perché eventualmente si possono anche mischiare.
Questa palettina perciò è utile se vi serve un punto di riferimento per tutte le funzioni che vi ho elencato, ma assolutamente la sconsiglio per un look occhi completo perché i colori chiari per quanto si possano stratificare non raggiungono una bella coprenza e soprattutto rimangono piuttosto polverosi anche a vedersi.

Ma vediamo nel dettaglio le
colorazioni partendo da destra, le ho divise in gruppetti da tre. Il primo gruppetto di ombretti è formato da un bianco, un rosa confetto chiaro e un panna. Come vedete sono talmente poco pigmentati che la differenza tra le colorazioni è quasi impercettibile. Se sulla mano si riescono a stratificare, sull'occhio non si riesce, non rimangono omogenei. Per questo sono tutti e tre ottimi per sfumare il colore della piega verso il sopracciglio e illuminare la zona con discrezione, li trovo utili anche per illuminare l'angolo interno dell'occhio.



Il secondo gruppetto di ombretti è formato da un color panna più caldo, un beige chiarissimo e un marroncino neutro chiaro. Il color panna sulla palpebra rivela la sfumatura leggermente più calda rispetto ai primi tre. Il beige chiarissimo è il colore che uso meno semplicemente perché proprio non si vede, e soprattutto perché ha una sfumatura un po' spenta che tende a spegnere anche lo sguardo, per cui non mi piace. Il marroncino neutro chiaro è invece tra i colori che uso di più della palette, è perfetto per la piega, per le sopracciglia e per il contouring. La pigmentazione è sempre scarsa, ma questo dettaglio lo rende utile proprio per evitare l'effetto macchia sul viso.
L'ultimo gruppetto presenta i colori più scuri: un tortora, un marrone scuro e un nero. La pigmentazione è migliore degli altri colori, tuttavia sono decisamente polverosi, soprattutto gli ultimi due. Il tortora non è tra i più freddi ma è comunque più freddo del marroncino precedente, anche questo è utile sia per la piega che per il contouring, perchè ricrea proprio l'effetto dell'ombra e anche questo non crea macchia. Il marrone e il nero sono decisamente polverosi quindi bisogna fare attenzione nell'applicazione. In compenso, hanno davvero un'ottima durata.
In definitiva è una palette utile per chi vorrebbe un prodotto multiuso per fare tutte quelle cose per le quali gli ombretti matt sono utili, tranne veri e propri make up matt, a mio parere i colori non riuscendo a risaltare rimangono molto spenti sulla palpebra e da soli si perdono troppo. Il lato positivo di tutti questi ombretti è la durata, anche senza primer resistono a lungo, per questo li trovo utili come sostituti dei classici ombretti opachi da sopracciglia. 
Il costo mi pare si aggiri intorno ai 20 ma da Acqua&Sapone ho visto le Pupart anche a 15€ quindi a mio parere per un prodotto che finisce per essere usato in sostituzione della terra per il contouring e per la polvere per sopracciglia secondo me non sono eccessivi, soprattutto per chi non ha grandi pretese e non vuole avere un prodotto specifico per ogni funzione. Il dettaglio che me la rende un po' antipatica è il packaging: anche se è molto resistente, occupa poco spazio ed è molto elegante (a mio parere) esteticamente, ha il difetto di non potersi aprire a 180° come la maggior parte delle palette, cosa che la rende scomoda da usare fuori casa. 
Come sempre spero di esservi stata utile ragazze, a presto!




Nessun commento:

Posta un commento

lasciami il tuo commento, sarà online a breve! grazie :*
leave here your comment, you'll see it as soon as possible, thank you xoxo